martedì 12 maggio 2009

ripetute in prestito

Non ho ancora un vero programma su carta da seguire e così ancora per questa settimana e forse la prossima navigo un poco a vista, a sensazione, e cercando di fare lavori che avevo voglia di provare.
Oggi ho preso "in prestito" il lavoro svolto da un altro podista con cui sono in contatto, anche perché davvero non ho mai corso un 3000 e non so cosa aspettarmi. Per questo, anche se non è il giusto lavoro preparatorio, voglio provare a sentire un po' il ritmo che potrei tenere in una gara del genere.
Ma torno al lavoro - Il programma era quello di un 3k di riscaldamento + (2000 a 4:30 + 1000 a 5:00)x2 + 1000 a 5'/km + 1000 "veloci", per poi finire con 2k lenti.

Note: i 1000 di recupero a 5' in teoria dovrebbero essere "corsa rigenerante" ma per me 5' e' RM e, per essere onesti, non ci muoio ma non è nemmeno che quel ritmo mi riporti i battiti "a riposo", specialmente se corsi dopo uno sforzo un po' più importante. E poi non ho fatto sto lavoro in pista ma con un po' di saliscendi (tanto per farsi del male).

Risultato, uno sforzo che quantificherei attorno all 85-90% anche visto il fatto che ho corso a mezzogiorno. Davvero alla fine dei 12 km spalmati come descritto sopra ero abbastanza piallato.

Per quanto riguarda il compito ho cercato di essere il più diligente possibile perché mi han tirato le orecchie e mi han detto che devo imparare a tenere bene i ritmi altrimenti ... bhe è una lunga storia ma mi han fatto capire quanto importante sia. comunque ecco il resoconto.

3 km a 5:34/km

2 km a 4:23/km
1000 a 5:02/km
2 km a 4:26/km
1000 a 4:58/km
1000 a 4:17/km

2000 finali a 5:22/km

Gli ultimi 2000 in realtà non sono stati costanti perchè li stavo facendo a circa 5:45 quando negli ultimi 600 mt ho incontrato Giuliano (runner da 1:13 sulla mezza ma che si cimenta soprattutto su 5000/10000). Stava facendo scarico e, al solito come tanti sportivi veri e forti, è stato superdisponibile e supergentile e, al solito, ha dimostrato di portare grande rispetto anche per chi non ha fatto atletica da sempre ma ama sto sport e lo onora con sudore e fatica ... e così mi son accodato a lui per chiacchierare fino alla fine dei miei 12 e mi ha dato consigli sui percorsi da 2k che ci sono in bosco (senza doverli fare come ho fatto io oggi, in statale e con saliscendi). Che gioia andare con gente del genere che accarezza il suolo quando corre.

Alla fin fine ... contento di aver tenuto l'allenamento esattamente come volevo e al tempo stesso mi sento un po' una pippa per la fatica che faccio. Domani riposo e giovedì un qualcosa di più agile. Poi vediamo come si mette per sabato. E .. intanto continuo la cura antiasma prescrittami :-(

buone corse a tutti e .. ok .. lo dico, son sincero. In particolare a quelli che mi leggono e mi danno consigli e bacchettate.

2 commenti:

GIAN CARLO ha detto...

Io veramente navigo sempre a vista

Gianluca Rigon ha detto...

Direi che navigare a vista in questo periodo ci sta....soprattutto dopo gli ultimi sforzi fatti !